Crea sito
Matematica

Le dita: uno strumento a portata di … mano!

I bambini prendono confidenza con numeri, quantità e piccoli calcoli fin da piccolissimi, ma è con l’inizio della scuola primaria che tutto questo viene affrontato con metodo e con l’ausilio si svariati strumenti quali la linea dei numeri (linea del 10 e del 20), l’abaco, i regoli … tutti validissimi e utilissimi ma… ma… e le dita???

Le dita sono uno strumento sempre a “portata di mano” ^_^ e non a caso il nostro sistema di numerazione è definito “sistema di numerazione decimale”. Pensate che già Aristotele (filosofo greco del 384 a. C.) disse: “l’uso del sistema decimale non fu altro che il risultato del fatto anatomico accidentale che l’uomo è nato con dieci dita dei piedi e dieci dita delle mani”.

I miei alunni spesso utilizzano le dita per fare i conti, soprattutto i ragazzini delle classi prime (Secondaria di Primo Grado). Sinceramente non ho mai scoraggiato questa pratica, che si estingue da sola a tempo debito; ritengo infatti che, se in quel momento l’alunno si aiuta con le dita, lo fa perché ne sente il bisogno … e non ho tutti i torti!

Recenti ricerche, infatti, hanno dimostrato che aiutarsi con le dita per svolgere calcoli e per contare è molto importante, perché aiuta il cervello nella rappresentazione dei numeri. Brian Butterford, professore universitario di neuropsicologia cognitiva a Londra, sostiene che senza una consapevolezza delle proprie dita della mano neanche i numeri possono essere rappresentati normalmente nel cervello. E’ proprio qui infatti che resterà impressa la rappresentazione della mano e quando da adulti non useremo più le dita per fare i conti … beh il nostro cervello lo farà ancora!

Per allenare quindi i bambini nel riconoscimento della quantità numerica attraverso l’utilizzo delle dita, io e Maria abbiamo costruito un materiale molto semplice e versatile con cui svolgere giochi e attività.

Si tratta di due mazzi di carte:

Il primo è formato da 11 carte fronte-retro su cui sono riportate, da un lato, le immagini relative alle quantità numeriche rappresentate dalle dita, dall’altro i numeri corrispondenti.

Per preparare le carte del primo mazzo occorrono: forbici, colla, plastificatrice. Stampare le schede, ritagliare le carte, incollare il retro delle carte riportanti le medesime quantità, plastificare e ritagliare.

Per preparare le carte del secondo mazzo occorrono: forbici, colla, cartoncino colorato, plastificatrice. Stampare le schede, ritagliare le carte, incollarle sul cartoncino, plastificare e ritagliare.

Un valido aiuto per svolgere semplici operazioni con le dita può essere quello di costruire un modello delle mani., soprattutto per i bambini più piccoli o per i bambini che hanno poca abilità con le dita. Sono semplici operazioni entro il 10, ma ricordiamoci che sono fondamentali per il calcolo in colonna!

Per costruire questo strumento vi occorre del feltro rosa, velcro, cartoncino, forbici e colla. Non esiste un file da stampare, per riprodurre le mani basta ripassare il contorno delle vostre dita o quelle del vostro bimbo … il divertimento è assicurato!

Ecco qui il file scaricabile per preparare le carte:

E noi vi salutiamo come sempre con un breve video in cui vi mostriamo come utilizzare il nostro materiale! Alla prossima!!